ISMEA 2018: gli incentivi per gli agricoltori Junior

Il piatto forte delle politica creditizia a favore delle imprese agricole sarà il bando Ismea 2018, creato per favorire il primo insediamento in agricoltura dei giovani di età compresa tra i 18 e i 41 anni. Nelle prossime settimane, infatti, l’Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare protrebbe rilasciare l’avviso per candidarsi. Queste agevolazioni sono rivolte a imprese individuali e società agricole ed hanno premi fino a 70mila euro relativi a progetti tra i 250mila e i 2 milioni di euro.

Gli obiettivi

La misura ha l’obiettivo di incentivare sul territorio nazionale il prestito agricolo e di favorire il ritorno dei giovani all’agricoltura grazie all’acquisto agevolato di terreni. Con Ismea 2018 si vuole in questo modo eliminare gli ostacoli, come l’accesso al credito, per quanti intendano avviare un’impresa nel settore.
Nello specifico l’agevolazione riguarderà sia le aree del Centro Nord sia del Centro Sud (30mila euro a lotto), e passa da un bando a sportello con condizioni di ammissibilità (titolo di studio di livello universitario di indirizzo agrario, diploma di scuola media superiore in campo agrario, un’esperienza lavorativa di almeno due anni in qualità di coadiuvante familiare ovvero di lavoratore agricolo) e di ordine cronologico di presentazione delle domande.
In dettaglio, per chi sceglie l’attività agricola e intende procedere all’acquisto di strutture fondiarie, il premio in conto interessi è di 70mila euro, erogati in due tranche: il 60% all’inizio dell’ammortamento dell’intervento, il resto a completamento del piano aziendale se valutato positivamente.

Ismea 2018 quindi consentirà ai giovani che hanno un progetto e un business plan di avviare un’impresa agricola e diventerà di fatto proprietaria dei terreni consentendo ai giovani imprenditori agricoli di riscattarli entro 30 anni a tassi bassissimi. In caso di mortalità di un’impresa o di dismissione dei terreni, le superfici tornano nella disponibilità del nostro istituto, all’interno della Banca della terra, per nuove assegnazioni.

NEWS CORRELATE

Regione Lombardia stanzia contributi a fondo perduto per l’agricoltura

La Regione Lombardia mette a disposizione € 2.958.966 per progetti di ricerca in campo agricolo e forestale a sostegno del settore agricoltura. La Regione Lombardia vuole sostenere ed incoraggiare la promozione dei processi di innovazione e la creazione di partnership tra i diversi attori della filiera. La richiesta di partecipazione può essere presentata singolarmente o … Continua

Macfrut, la vetrina internazionale dell’ortofrutta

Macfrut è la fiera internazionale del settore ortofrutticolo italiano che avrà luogo a Rimini Fiere dal 9 al 11 maggio. Rappresenta un settore in continua crescita che nel mercato italiano e internazionale è molto importante: si pensi al valore dell’export di questo settore che tocca i 5,1 miliardi di euro del 2017 (+ 2,5% rispetto … Continua

VINITALY 2018: SCOPRI CREDITO AGRICOLO!

Banca IFIS Impresa non poteva mancare all’appuntamento di Vinitaly 2018 (Verona, 15-18 aprile), International wine & spirits exhibition, il più grande salone al mondo per metri quadrati e presenze estere dedicato al settore del vino e dei distillati. All’interno dello stand, Padiglione F – Stand F5, potrete trovare gli esperti di Credito Agricolo che risponderanno alle vostre … Continua

Come si automatizza la stalla?

Il grande balzo tecnologico degli ultimi anni ha coinvolto tutti i settori produttivi, compreso quello dell’agricoltura e dell’allevamento. Durante l’ultima edizione di Fieragricola si è registrato un picco di richieste per i robot di mungitura e tutti gli strumenti di automazione della stalla. L’aggiornamento tecnologico sarà possibile solo con importanti investimenti che richiederanno finanziamenti dedicati … Continua

L’anticipo PAC nel settore agricolo

L’importanza delle aziende agricole è riconosciuta dalle istituzioni ad ogni livello, ed è proprio per questo che le imprese che operano nel settore rurale sono destinatarie di agevolazioni da parte dell’Unione Europea. La Politica Agricola Comune, infatti, meglio conosciuta come PAC, mira a sostenere il reddito degli imprenditori agricoli e ad assicurare a tutti i … Continua

Agroalimentare italiano: crescono le esportazioni

Il settore agroalimentare è stato fortemente altalenante nel corso degli ultimi 10 anni: dal 2007 al 2010 il reddito delle imprese agricole si è ridotto del 23%, crescendo dell’84% nei tre anni successivi. Tuttavia, già fra il 2013 e il 2016 è tornato a ridursi (-26%), sottolineando le difficoltà dell’intero settore.* Sicuramente l’oscillazione dell’industria agroalimentare … Continua