L’anticipo PAC nel settore agricolo

L’importanza delle aziende agricole è riconosciuta dalle istituzioni ad ogni livello, ed è proprio per questo che le imprese che operano nel settore rurale sono destinatarie di agevolazioni da parte dell’Unione Europea. La Politica Agricola Comune, infatti, meglio conosciuta come PAC, mira a sostenere il reddito degli imprenditori agricoli e ad assicurare a tutti i cittadini europei la genuinità dei prodotti e la loro messa in commercio a condizioni convenienti.
La PAC offre una tutela concreta alle aziende agricole di tutta Europa: come reso noto dalla Commissione Europea, nel periodo di riferimento 2014- 2020 sono stati stanziati oltre 408 miliardi di euro, di cui 308 destinati ai pagamenti diretti per gli agricoltori più virtuosi, e circa 100 destinati ai programmi per lo sviluppo rurale.

I fondi PAC messi a disposizione dalla UE

I fondi stanziati a livello comunitario vengono distribuiti ai singoli Paesi, che possono gestirli con una certa flessibilità. Secondo i dati programmatici della Commissione Europea, relativi al periodo 2014-2020, all’Italia vengono destinati circa 37,5 miliardi di euro. Ciò offre la possibilità al nostro Stato di sostenere, con i pagamenti diretti, tutte quelle aziende che si distinguono nell’attività di inverdimento, nella diversificazione delle colture, nel mantenimento dei pascoli permanenti e in altre attività virtuose nei settori lattiero-caseario, delle carni bovine, ovine e caprine e delle diverse colture.

L’importanza dell’anticipo dei finanziamenti PAC per le aziende agricole

Come è noto, però, le peculiarità dell’attività di un’azienda agricola, le cui entrate economiche sono sempre legate ai cicli stagionali, non sempre consentono di attendere con tranquillità la liquidazione dei finanziamenti e delle agevolazioni.
Proprio per questo, assumono fondamentale importanza le iniziative del settore creditizio volte a favorire l’introito anticipato delle somme derivanti dalla PAC. A questo proposito, rilevano i protocolli d’azione messi a punto dal Ministero per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, in concerto con l’Associazione Bancaria Italiana (ABI) e gli organismi pagatori, deputati alla distribuzione dei fondi comunitari.

L’anticipo PAC 2018 di Banca IFIS Impresa

È proprio per questo che Banca IFIS Impresa mette a disposizione delle aziende agricole uno strumento agile e rapido per ottenere in breve tempo il pagamento dei finanziamenti PAC per il 2018.
Grazie all’anticipo PAC, l’imprenditore agricolo può fare affidamento su una liquidità immediata, da ricevere sul proprio conto corrente per un periodo di 12 mesi.
A tal fine, è sufficiente presentare all’istituto la Domanda Unica di aiuto relativa ai finanziamenti e la documentazione occorrente per aprire la relativa pratica. In questo modo, l’erogazione dei fondi PAC per l’azienda agricola viene anticipata, a tutto vantaggio della stabilità aziendale e della sua produttività.

NEWS CORRELATE

Elicicoltura: Il business dell’allevamento delle lumache

Sempre di più si sente parlare dell’allevamento delle lumache o chiocciole, detto anche elicicoltura. Intorno a questo settore sta nascendo un forte interesse generato soprattutto dalla crescente domanda di mercato. L’evoluzione dell’elicicoltura in Italia e nel mondo In Italia l’elicicoltura ha visto una crescita esponenziale sia nei consumi sia nelle superfici impiegate per l’allevamento. Il … Continua

Regione Lombardia stanzia contributi a fondo perduto per l’agricoltura

La Regione Lombardia mette a disposizione € 2.958.966 per progetti di ricerca in campo agricolo e forestale a sostegno del settore agricoltura. La Regione Lombardia vuole sostenere ed incoraggiare la promozione dei processi di innovazione e la creazione di partnership tra i diversi attori della filiera. La richiesta di partecipazione può essere presentata singolarmente o … Continua

Banca IFIS: margini e clienti in crescita nei primi 9 mesi del 2018

«In questi nove mesi Banca IFIS ha continuato a crescere e ad assicurare supporto all’economia del Paese, anche in un clima macro in progressivo deterioramento», spiega Giovanni Bossi, Amministratore Delegato di Banca IFIS. «Ci presentiamo ai mercati con un solido assetto patrimoniale e finanziario. La Banca detiene una quantità modesta di titoli di Stato, tra … Continua

Agricoltura in Fiera: fiere ed esposizioni di novembre

  La rubrica Agricoltura in Fiera di novembre presenta molte novità. Questo mese si svolgeranno diverse fiere agricole che richiameranno molti imprenditori impegnati in questo settore e che ogni giorno investono nel suo sviluppo.         Di seguito le fiere di novembre:   Nome Filiere coinvolte Data Inizio – Fine Città e indirizzo Ente … Continua

Agricoltura in Fiera: fiere ed esposizioni di ottobre

Come promesso nella prima uscita, torna per il mese di ottobre la rubrica Agricoltura in Fiera. Questo mese in diverse città italiane avranno luogo fiere ed esposizioni che, come di consueto, richiameranno molti addetti ai lavori e appassionati del settore.      Di seguito le fiere di ottobre:   Nome Filiere coinvolte Data Inizio – Fine … Continua

L’industria di trasformazione del frumento

In Italia ogni anno in media vengono trasformati in semola 5,6 milioni di tonnellate di frumento duro dai ben 358 mulini attivi sul territorio. L’Italia è il primo produttore di pasta al mondo con ben 3,3 milioni di tonnellate di pasta prodotta e 2 milioni di tonnellate esportate. Un primato che resiste nonostante la forte … Continua

Agricoltura in Fiera: la nuova rubrica di Credito Agricolo

Nasce oggi Agricoltura in Fiera, la nuova rubrica di Credito Agricolo dedicata alle fiere di settore. Questa rubrica mensile è stata pensata per consegnare, non solo ai nostri clienti ma anche a tutti gli appassionati del mondo dell’agricoltura e del settore agroalimentare, una panoramica globale delle esposizioni e fiere presenti sul territorio italiano. Le fiere … Continua