L’anticipo PAC nel settore agricolo

L’importanza delle aziende agricole è riconosciuta dalle istituzioni ad ogni livello, ed è proprio per questo che le imprese che operano nel settore rurale sono destinatarie di agevolazioni da parte dell’Unione Europea. La Politica Agricola Comune, infatti, meglio conosciuta come PAC, mira a sostenere il reddito degli imprenditori agricoli e ad assicurare a tutti i cittadini europei la genuinità dei prodotti e la loro messa in commercio a condizioni convenienti.
La PAC offre una tutela concreta alle aziende agricole di tutta Europa: come reso noto dalla Commissione Europea, nel periodo di riferimento 2014- 2020 sono stati stanziati oltre 408 miliardi di euro, di cui 308 destinati ai pagamenti diretti per gli agricoltori più virtuosi, e circa 100 destinati ai programmi per lo sviluppo rurale.

I fondi PAC messi a disposizione dalla UE

I fondi stanziati a livello comunitario vengono distribuiti ai singoli Paesi, che possono gestirli con una certa flessibilità. Secondo i dati programmatici della Commissione Europea, relativi al periodo 2014-2020, all’Italia vengono destinati circa 37,5 miliardi di euro. Ciò offre la possibilità al nostro Stato di sostenere, con i pagamenti diretti, tutte quelle aziende che si distinguono nell’attività di inverdimento, nella diversificazione delle colture, nel mantenimento dei pascoli permanenti e in altre attività virtuose nei settori lattiero-caseario, delle carni bovine, ovine e caprine e delle diverse colture.

L’importanza dell’anticipo dei finanziamenti PAC per le aziende agricole

Come è noto, però, le peculiarità dell’attività di un’azienda agricola, le cui entrate economiche sono sempre legate ai cicli stagionali, non sempre consentono di attendere con tranquillità la liquidazione dei finanziamenti e delle agevolazioni.
Proprio per questo, assumono fondamentale importanza le iniziative del settore creditizio volte a favorire l’introito anticipato delle somme derivanti dalla PAC. A questo proposito, rilevano i protocolli d’azione messi a punto dal Ministero per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, in concerto con l’Associazione Bancaria Italiana (ABI) e gli organismi pagatori, deputati alla distribuzione dei fondi comunitari.

L’anticipo PAC 2018 di Banca IFIS Impresa

È proprio per questo che Banca IFIS Impresa mette a disposizione delle aziende agricole uno strumento agile e rapido per ottenere in breve tempo il pagamento dei finanziamenti PAC per il 2018.
Grazie all’anticipo PAC, l’imprenditore agricolo può fare affidamento su una liquidità immediata, da ricevere sul proprio conto corrente per un periodo di 12 mesi.
A tal fine, è sufficiente presentare all’istituto la Domanda Unica di aiuto relativa ai finanziamenti e la documentazione occorrente per aprire la relativa pratica. In questo modo, l’erogazione dei fondi PAC per l’azienda agricola viene anticipata, a tutto vantaggio della stabilità aziendale e della sua produttività.

NEWS CORRELATE

Regione Lombardia stanzia contributi a fondo perduto per l’agricoltura

La Regione Lombardia mette a disposizione € 2.958.966 per progetti di ricerca in campo agricolo e forestale a sostegno del settore agricoltura. La Regione Lombardia vuole sostenere ed incoraggiare la promozione dei processi di innovazione e la creazione di partnership tra i diversi attori della filiera. La richiesta di partecipazione può essere presentata singolarmente o … Continua

Macfrut, la vetrina internazionale dell’ortofrutta

Macfrut è la fiera internazionale del settore ortofrutticolo italiano che avrà luogo a Rimini Fiere dal 9 al 11 maggio. Rappresenta un settore in continua crescita che nel mercato italiano e internazionale è molto importante: si pensi al valore dell’export di questo settore che tocca i 5,1 miliardi di euro del 2017 (+ 2,5% rispetto … Continua

VINITALY 2018: SCOPRI CREDITO AGRICOLO!

Banca IFIS Impresa non poteva mancare all’appuntamento di Vinitaly 2018 (Verona, 15-18 aprile), International wine & spirits exhibition, il più grande salone al mondo per metri quadrati e presenze estere dedicato al settore del vino e dei distillati. All’interno dello stand, Padiglione F – Stand F5, potrete trovare gli esperti di Credito Agricolo che risponderanno alle vostre … Continua

ISMEA 2018: gli incentivi per gli agricoltori Junior

Il piatto forte delle politica creditizia a favore delle imprese agricole sarà il bando Ismea 2018, creato per favorire il primo insediamento in agricoltura dei giovani di età compresa tra i 18 e i 41 anni. Nelle prossime settimane, infatti, l’Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare protrebbe rilasciare l’avviso per candidarsi. Queste agevolazioni … Continua

Come si automatizza la stalla?

Il grande balzo tecnologico degli ultimi anni ha coinvolto tutti i settori produttivi, compreso quello dell’agricoltura e dell’allevamento. Durante l’ultima edizione di Fieragricola si è registrato un picco di richieste per i robot di mungitura e tutti gli strumenti di automazione della stalla. L’aggiornamento tecnologico sarà possibile solo con importanti investimenti che richiederanno finanziamenti dedicati … Continua

Agroalimentare italiano: crescono le esportazioni

Il settore agroalimentare è stato fortemente altalenante nel corso degli ultimi 10 anni: dal 2007 al 2010 il reddito delle imprese agricole si è ridotto del 23%, crescendo dell’84% nei tre anni successivi. Tuttavia, già fra il 2013 e il 2016 è tornato a ridursi (-26%), sottolineando le difficoltà dell’intero settore.* Sicuramente l’oscillazione dell’industria agroalimentare … Continua